Monaci Benedettini Silvestrini

San Silvestro in Montefano, Fabriano

Oblazione (28 settembre 2016)

 

«L’oblazione è l’atto liturgico-spirituale riconosciuto dalla Chiesa, con il quale l’aspirante oblato, dopo un congruo periodo di formazione, fa’ l’offerta di se stesso a Dio vincolandosi a una comunità benedettina determinata. L’oblato si impegna ad una forma di vita che sia progressiva conformazione a Cristo, unico scopo della sua oblazione e della spiritualità benedettina (cf. Regola di San Benedetto 4,21 e 72,11), che con la sua stessa vita cercherà di irradiare nel mondo, diventando testimone della perenne vitalità della vita monastica nell’esperienza cristiana (Statuto degli Oblati Benedettini, 1,3).
Dopo l’ultima oblazione del diacono Gabriele Ronchetti e di sua moglie Lucia Ferretti (24 agosto 2013), mercoledì 28 settembre 2016 è stata la volta di tre nuovi candidati: il diacono Ugo Chiorrini, il diacono Luciano Allegrezza e l’ing. Adriano Abatelli.
Il rito dell’oblazione è stato inserito nella celebrazione dei Vespri, presieduta dal priore d. Vincenzo Bracci. Subito dopo la lettura breve, il celebrante ha posto ai candidati la domanda: «Che cosa chiedete?» E i candidati hanno risposto unanimi: «La misericordia di Dio e la vostra fraterna unione come oblati secolari di questo monastero di San Silvestro in Montefano di Fabriano». I candidati, quindi, hanno letto singolarmente l’atto di oblazione e l’hanno sottoscritto sull’altare davanti al priore, che ha corroborato il documento con la sua firma e l’ha consegnato all’archivista del monastero per la conservazione. Il rito si è poi concluso con la consegna da parte del priore della medaglia di San Benedetto e del volume Alle fonti della spiritualità silvestrina contenente la Vita di San Silvestro e dei suoi primi discepoli. Dopo la celebrazione dei Vespri c’è stato un momento di festa con i familiari e la comunità nel refettorio monastico.
Ai tre nuovi oblati auguriamo di vivere con convinzione e profondità il Vangelo alla luce della Regola di san Benedetto nel servizio di Dio e dei fratelli.