Monaci Benedettini Silvestrini

San Silvestro in Montefano, Fabriano

Terremoto (30 ottobre e 1 novembre 2016)

Dopo le forti scosse del 26 ottobre ci stavamo ormai abituando a convivere con lo sciame sismico, allorché all'improvviso domenica 30 ottobre, alle ore 7.41, una violentissima scossa di magnitudo 6.5 ha interrotto il nostro canto delle Lodi (ripreso al termine della scossa). La scossa ha provocato lesioni all'edificio monastico e caudte di oggetti, ma non danni strutturali. Due giorni dopo, solennità di Tutti i Santi, alle 8.56 una scossa di magnitudo 4.8 ha causato il crollo di un cartiglio di gesso nella chiesa di San Benedetto a Fabriano e ha reso inagibili le stanze dei nostri tre confratelli di Santa Teresa a Matelica: d. Armando Loffredi è venuto ad abitare nel nostro monastero, mentre d. Angelo Casertano e d. Roberto Balducci sono stati ospitati da d. Alberto Rossolini, parroco di Regina Pacis (unica chiesa parrocchiale di Matelica dichiarata agibile).
Anche le monache benedettine di Santa Margherita a Fabriano hanno subìto danni al monastero.
Le monache benedettine di Norcia hanno dovuto lasciare il monastero e sono state ospitate dalle consorelle di Trevi (Perugia). Non ci sono state vittime, ma gli sfollati sono decisamente aumentati: 3.000 soltanto a Fabriano e circa 25.000 in totale.