Monaci Benedettini Silvestrini

San Silvestro in Montefano, Fabriano

Don Giacomo Tempestini è tornato al Padre (2 agosto 2015)

50° di sacerdozio
In coro

Don Giacomo ha concluso la sua giornata terrena domenica 2 agosto 2015, alle ore 17.45, nella chiesa del monastero di San Silvestro per un improvviso malore. Don Giacomo, che aveva l'incarico di «sacrista», cioè di custode della chiesa, si stava preparando alla celebrazione dei Vespri. 
Nato a Esanatoglia (provincia di Macerata nelle Marche) il 2 febbraio 1936, il 19 settembre 1954 indossò l’abito monastico della Congregazione Silvestrina e il 29 settembre 1955 emise i voti religiosi. Fu ordinato sacerdote a Roma il 19 marzo 1963. Per lunghi anni fu docente di religione nelle scuole medie e superiori. 

Priore conventuale

Dal 1990 al 1995 fu priore conventuale del monastero di San Silvestro. Ma l’attività che maggiormente contraddistinse don Giacomo fu quella di confessore e direttore spirituale di sacerdoti, monache, fedeli. In questo ministero - come ebbe a sottolineare il vescovo diocesano mons. Giancarlo Vecerrica all’inizio della messa esequiale - don Giacomo offrì il meglio di sé: sempre disponibile, accogliente, umile, mite, paterno, prodigo di consigli e di incitamenti. Proverbiale fu sua la mitezza e ammirevole la sua pazienza nell’accettare i numerosi problemi fisici che lo afflissero soprattutto negli ultimi anni. La sua vita intessuta di fede e di sacrificio è un esempio per tutti di fedeltà alla vocazione cristiana e monastica. Ora don Giacomo riposa nella pace del Signore.